1976 – 2006: 30 anni di Apple!


Il primo logo ispirato a Newton —- La classica mela iridata —- L’attuale logo Apple

1° Aprile 1976. Un pesce d’Aprile che dura da 30 anni.

Nella metà degli anni ’70, quando gli Stati Uniti vivevano in piena contestazione, quando gli Hippies avevano appena finito di protestare per la guerra in Vietnam, a due squattrinati programmatori-ingegneri-innovatori venne in mente di fondare un’azienda.
In che giorno fondarla? Ma il 1° di Aprile ovviamente!
Tutto doveva essere uno smacco al sistema imperante, anche l’ironia!

Tanta innovazione, tanti prodotti, una vera e propria comunità di fedeli in tutto il mondo…
Apple è stata da subito tutto questo. Un successo planetario, che univa chi intendeva l’informatica ed il computer come uno strumento per tutti: per lavorare, giocare, comunicare, vivere. Macintosh, nel 1984, era tutto questo!

Un successo, talmente grande da far paura alle grandi multinazionali dell’informatica di allora. Talmente grande che fu da subito combattuto, copiato, sfruttato.

La liberalizzazione dell’architettura PC e in seguito Windows furono la mossa vincente da parte di chi voleva che Apple fosse solo una parentesi. E quasi vi riuscirono.

Ma come una fenice moderna, Apple è ancora qui. Ha saputo reinventarsi, ha saputo (in particolare con iPod) negli ultimi anni riconquistare pienamente il prestigio e la notorietà che le sono sempre spettati. Ed è arrivata anche nelle case di chi non avrebbe mai comperato i suoi fantastici computer.

Ora si apre un nuovo capitolo: riuscirà Apple a non diventare uno dei tanti produttori di PC? Troverà ancora la forza di innovare che l’ha sempre contraddistinta?

“Ai posteri l’ardua sentenza”.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: